Mondiali di Londra: Oro, Bronzo e Human Tecar

20 luglio, 2017 - Categoria: Sport

L’abbiamo seguita passo passo, nelle lunghe settimane di preparazione ai Mondiali Paralimpici di Londra, la “nostra” Martina Caironi. Tanto più che allenamenti e trattamenti si svolgevano nella vicina Bergamo, presso il Centro Human Tecar di Stefano Punzo. Stefano l’ha “coccolata” (sono parole della stessa Martina) e “rimessa in sesto dai piedi alla testa” a suon di HCR e Human Tecar ViSS quotidiani per massimizzare elasticità, forza e resistenza.

Il risultato? Domenica, 16 luglio, nella capitale inglese, sembrava letteralmente non toccare terra, volare alto sopra le avversarie a raccogliere un oro strepitoso: 100 metri in 14 secondi e 65 centesimi. È il terzo titolo mondiale consecutivo nella specialità per la ventisettenne lombarda, cui si aggiungono i trionfi alle Olimpiadi di Londra 2012 e Rio 2016. Come italiani, vederla colorare d’azzurro lo Stadio Olimpico londinese è stata un’emozione fortissima; come Human Tecar, c’è stata l’ulteriore soddisfazione di vedere i frutti di quella “leggerezza” e a un tempo “attivazione muscolare” riscontrati da Martina durante il protocollo Human Tecar.

Lunedì 17, poi, un altro “nostro” grande atleta – Emanuele Di Marino – ha vinto il bronzo nella finale dei 400m T44, con un ottimo tempo di 55”70. E siamo solo all’inizio: chissà che non ci aspettino altre belle sorprese prima del 23. Forza, Azzurri Human Tecar!

articoli correlati
6 ottobre, 2017

Tor des Géants: prepararsi alla “gara più dura del mondo” con Human Tecar

Se c’è una gara di trail running che merita di chiamarsi endurance trail è questa: il Tor des Géants. Più di 330 km per un dislivello positivo di 24.000 metri. Human Tecar, con la sua[...]

28 settembre, 2017

Continua la “guerra fredda” di Human Tecar contro infiammazioni e contratture, a Berlino

Domenica 24, Berlino sotto la pioggia autunnale avrebbe fornito lo scenario ideale per una spy story classica, alla John Le Carré o Joseph Kanon: foschia e chiaroscuri, romantici ponti nel parco di Tiergarten, nemici sempre[...]