Mondiali di Londra: Oro, Bronzo e Human Tecar

20 luglio, 2017 - Categoria: Sport

L’abbiamo seguita passo passo, nelle lunghe settimane di preparazione ai Mondiali Paralimpici di Londra, la “nostra” Martina Caironi. Tanto più che allenamenti e trattamenti si svolgevano nella vicina Bergamo, presso il Centro Human Tecar di Stefano Punzo. Stefano l’ha “coccolata” (sono parole della stessa Martina) e “rimessa in sesto dai piedi alla testa” a suon di HCR e Human Tecar ViSS quotidiani per massimizzare elasticità, forza e resistenza.

Il risultato? Domenica, 16 luglio, nella capitale inglese, sembrava letteralmente non toccare terra, volare alto sopra le avversarie a raccogliere un oro strepitoso: 100 metri in 14 secondi e 65 centesimi. È il terzo titolo mondiale consecutivo nella specialità per la ventisettenne lombarda, cui si aggiungono i trionfi alle Olimpiadi di Londra 2012 e Rio 2016. Come italiani, vederla colorare d’azzurro lo Stadio Olimpico londinese è stata un’emozione fortissima; come Human Tecar, c’è stata l’ulteriore soddisfazione di vedere i frutti di quella “leggerezza” e a un tempo “attivazione muscolare” riscontrati da Martina durante il protocollo Human Tecar.

Lunedì 17, poi, un altro “nostro” grande atleta – Emanuele Di Marino – ha vinto il bronzo nella finale dei 400m T44, con un ottimo tempo di 55”70. E siamo solo all’inizio: chissà che non ci aspettino altre belle sorprese prima del 23. Forza, Azzurri Human Tecar!

articoli correlati
12 dicembre, 2017

Human Tecar Mat: allenamento propriocettivo, dall’aplomb al palleggio

Finalmente un’ottima notizia, per gli appassionati di calcio italiani: dal mondo della danza classica, l’allenamento su pedane propriocettive Human Tecar Mat sta conquistando i virtuosi del pallone, grazie ad un progetto collaborativo del ballerino e[...]

4 dicembre, 2017

Olimpia Milano: fitta agenda agonistica fra Campionato e EuroLeague

Bella serata, ieri, con la vittoria di Olimpia Milano a Reggio Emilia: la squadra di basket più titolata d’Italia ha sconfitto la Reggiana per 72-71, con ottime prestazioni di Jerrells e Gudaitis, nonostante qualche problema[...]