En plein etiope alla Maratona di Boston non è casuale

19 aprile, 2016 - Categoria: Eventi Sport

La Boston Marathon corre dal 1897.  Non l’ha fermata neanche il famigerato attacco terroristico del 2013: ogni terzo lunedì d’aprile, Patriots’ Day negli USA, raduna runner di tutto il mondo per celebrare la fatica e l’ebrezza di una disciplina che più tosta non si può.

Questa 120ma edizione ha visto oltre 30.000 partecipanti e un milione di spettatori lungo il difficile percorso di 26,2 miglia (su terreno collinoso) da Hopkinton a Boylston Street, Boston.  Il tempo era stupendo, caldo e soleggiato, la folla “elettrizzata” e partecipativa, tanto che un’atleta ha confessato di aver avuto “letteralmente la pelle d’oca” per il supporto che avvertiva attorno a sé. 

A tagliare il traguardo per primi, Lemi Berhanu Hayle per gli uomini e Atsede Baysa per le donne, entrambi etiopi, entrambi (come anche Tirfi Tsegaye, seconda atleta donna classificata) seguiti da un grande manager sportivo italiano, Gianni Demadonna della DAP, che basa i risultati su una formidabile assistenza fisioterapica curativa e preventiva direttamente nei centri di allenamento d’Etiopia, supportato da Human Tecar.

È la prima volta che il paese africano ha fatto l’en plein di titoli nello storico evento di Boston e non è un caso, come non sono un caso le vittorie a 360 gradi di atleti della DAP, assistiti da Human Tecar, nelle recenti maratone di Vienna, Mumbai, Dubai, Parigi e Milano.

Dietro questi successi sta un lavoro minuzioso, una programmazione al millimetro dove l’atleta è seguito passo passo sul posto, nel luogo stesso dove si allena, perché arrivi alla gara feeling his best, feeling her best.  Pronto per vincere.

 

Se non si chiama Human Tecar, non darà i benefici di Human Tecar

articoli correlati
25 maggio, 2017

Il Futuro della Medicina Calcistica vede Human Tecar in attacco

Nel calcio moderno, lo sviluppo della medicina calcistica è considerato cruciale per il benessere e le prestazioni dei calciatori: a tal punto che la stessa UEFA ha avviato, da qualche anno, un Programma di Formazione[...]

24 maggio, 2017

Allons athlètes, accordo firmato con INSEP!

L’occasione esigeva un viaggio del nostro CEO, Mario Scerri, in persona, accompagnato dalla signora Catherine Legrand di Élite Medicale, nostro distributore d’Oltralpe: non capita tutti i giorni che uno dei complessi sportivo-scientifici-educativi più prestigiosi al[...]