Orica-Scott e Human Tecar: insieme per la maglia rosa

26 ottobre, 2017 - Categoria: Sport Training & Methodology

Varese, 12 ottobre: è presso lo European Training Centre (centro di allenamento di alto livello del prestigiosissimo Australian Institute of Sport) che potremmo idealmente porre il ‘chilometro zero’ della prossima stagione ciclistica della squadra di Gerry Ryan, ora assistita dalla nostra metodica. È nel centro varesino, infatti, che si è svolta una giornata formativa full-immersion per i fisioterapisti della squadra, coordinati dal dottor Matteo Beltemacchi e dal massofisioterapista Claudio Bignotti. Si tratta dell’atto conclusivo di un accordo di collaborazione tra Human Tecar e la squadra (maschile e femminile) targata Orica-Scott. Quest’ultima, formatasi nel 2011 e UCI dal 2012, in pochi anni si è conquistata uno spazio sempre maggiore nelle classifiche World Tour, e da oggi, punta ancora più in alto, assicurandosi il supporto di Human Tecar per ottimizzare le sue possibilità di vincere non soltanto questa o quella tappa di un Tour, un Giro o una Vuelta, ma chissà…

Quella che nacque come GreenEDGE (tuttora, il sito è http://www.greenedgecycling.com/) è la sola squadra australiana nel massimo circuito ciclistico. Unica, quindi. E super-simpatica – un po’ per DNA, visto che tanti dei rider sono aussie autentici, amichevoli e alla mano; e un po’ perché Gerry Ryan, per aumentare la visibilità dello stesso sport a casa propria, ha finito col rendere i suoi ragazzi – fra i quali tre fuoriclasse dell’arrampicata, i fratelli Simon e Adam Yates e il colombiano Esteban Chaves – i più media-friendly di tutti, veri e propri beniamini della stampa e del popolo del web. Basti pensare che la squadra ha oltre 520.000 follower sui social, e il suo canale video ha totalizzato 16,5 milioni di visualizzazioni in tutto il mondo, serie di culto Backstage Pass inclusa, con i divertentissimi dietro le quinte di Dan “Jonesy” Jones.

Jonesy ha concluso i suoi oltre quattrocento episodi, con grande dispiacere dei fan… Ma non preoccupatevi: da oggi, dietro le quinte ci siamo anche noi!

articoli correlati
28 novembre, 2016

Tre continenti al seminario Human Tecar: “Track Town”, Oregon, il cuore di Parigi e la Johannesburg di van Niekerk

All’ultimo seminario Human Tecar, il nostro quartier generale di Calco ha visto diversi ospiti internazionali di grande spessore: tanto che per dare loro il giusto spazio, abbiamo deciso di raccontarveli ‘a puntate’. Dopo Manhattan, Kansas[...]

10 ottobre, 2016

Corso di aggiornamento Human Tecar alla prova del nove

Non capita tutti i giorni di riunire in una stanza alcuni dei fisioterapisti migliori al mondo, quelli che trattano i più grandi atleti – da Usain Bolt a Yohan Blake alle stelle etiopi e keniote;[...]