DOMS (indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata) e Human Tecar [CASO CLINICO]

8 gennaio, 2018 - Categoria: Dolore acuto e cronico

PREMESSA
L’indolenzimento e/o dolore muscolare che si presenta alcune ore dopo un’intensa attività fisica, in particolar modo, dopo nuovi esercizi e nuovi programmi di allenamento, viene definito DOMS (dall’inglese Delayed Onset Muscle Soreness).
Tale problematica attribuita erroneamente all’acido lattico, è invece causata da micro lacerazioni del tessuto muscolare dovute a contrazioni eccentriche che causano danni alla membrana delle cellule muscolari scatenando una risposta infiammatoria e quindi dolore. Di seguito l’esperienza documentata dal Dott. Maurizio Mughetti del centro Mughetti Fisioclinic di Cesenatico con trattamenti Human Tecar eseguiti da Nicola Mughetti.

TIPOLOGIA DI DOMS
Tipo 1A
Disturbo muscolare funzionale: disturbo insorto acutamente, in maniera indiretta senza nessun corrispettivo in rmn e ecografia. Spesso si associa a un aumento longitudinale e circoscritto del tono muscolare a causa del sovraffaticamento, cambiamento della superficie di gioco, o schemi di allenamento che può predisporre ad un potenziale strappo o danno muscolare.
Sintomi: rigidità muscolare, tende ad aumentare con il continuo dell’attività.
Può provocare dolore a riposo, si manifesta durante o dopo l’attività.
Segni clinici: dolore acuto, diffuso, tollerabile con circoscritto aumento del tono muscolare, l’atleta riferisce tensione muscolare.
Ecografia e risonanza magnetica: negativi.

Tipo 1B
Dolore muscolare più generalizzato che avviene in seguito a movimenti nuovi, di decelerazione, o contrazioni eccentriche.
Sintomi: dolore infiammatorio acuto. Il dolore si mostra a riposo nelle ore successive all’attività.
Segni clinici: gonfiore edematoso, muscoli rigidi. ROM limitato a livello delle articolazioni adiacenti. Dolore alla contrazione isometrica. Lo stretching porta sollievo. E’ localizzato all’intero muscolo, o gruppo muscolare.
Ecografia e risonanza magnetica: negativi o solo edema.

CASO CLINICO
Atleta dilettante di 52 anni, riprende l’attività dopo un mese di fermo. Al termine del primo allenamento accusa dolore improvviso a livello sottopopliteo alla gamba sinistra. A distanza di 48 ore, viene sottoposto ad esame ecografico, data la persistenza del dolore e relativa impotenza funzionale.
L’esame ecografico viene integrato da ecocolor doppler ed esame elastosonografico.


Diffusa iperecogenicità dei muscoli gemelli a sede prepoplitea, con scarsa rappresentazione dei fasci, senza interruzioni fibrillari, né raccolte liquide


Al controllo mediante color doppler non si osservano alterazioni della vascolarizzazione


Al controllo elastosonografico evidente infiltrazione liquida: colore verde e viola


Lato controlaterale sano, con regolare morfologia muscolare: colore rosso

TRATTAMENTO
Viene posta diagnosi di DOMS DI TIPO 1B ed avviato al trattamento consistente in due sedute con HUMAN TECAR HCR1002 a distanza di 48 ore con il seguente schema:

Trattamento della durata di 25’ a seduta
- 5’ in modalità resistiva medio/alta intensità, a livello delle stazioni linfonodali del cavo popliteo e sottoglutee
- 10’ in modalità capacitiva atermica 10-15 VA sulla regione dolente
- 5’ in modalità capacitivo atermica 10-15 VA sulla zona interno gamba in corrispondenza della zona di ritorno venoso e linfatico
- 5’ in modalità capacitiva atermica 10-15 VA all’interno della coscia

RISULTATO
Completo recupero funzionale al termine della seconda seduta, con ripresa regolare dell’attività fisica.

CONCLUSIONI
Grazie alla capacità antiedemigena e di riattivazione del sistema circolatorio e linfatico, l’utilizzo di Human Tecar HCR1002 consente un dimezzamento dei tempi di ripresa nelle lesioni DOMS, la cui caratteristica peculiare è rappresentata dall’infiltrazione edematosa, senza lesioni fibrillari associate.


Controllo finale dopo due sedute con Human Tecar HCR1002 con regolare ripristino della morfologia muscolare

articoli correlati
11 gennaio, 2018

Human Tecar VISS nel nuovo libro del Professor Saggini

Conosciamo e stimiamo Raoul Saggini da anni. Fisiatra, ortopedico, Professore di Medicina Fisica e Riabilitativa, ha formato due generazioni di specialisti. E pubblicato oltre 400 lavori scientifici, l’ultimo dei quali, Mechanical Vibration: Therapeutic Effects and[...]

22 novembre, 2016

Gettarsi il dolore alle spalle si può: Human Tecar al congresso del Dottor Di Giacomo

Sabato, 12 novembre, all’Auditorium del Seraphicum di Roma, abbiamo avuto l’onore di partecipare a quello che si può definire un vero summit internazionale sulla spalla, presentando nell’area espositiva apposita la nostra tecnologia HCR e ViSS[...]